Come creare un progetto fotografico

Come creare un progetto fotografico

Sharing is caring!

La difficoltà nel mettere insieme un progetto fotografico sta nell’avere le idee ben chiare ancora prima di scattare. Un progetto fotografico non può essere solo una raccolta di belle fotografie, un progetto fotografico deve essere pensato, progettato e solamente alla fine, ideato.

L’errore che si compie spesso è quello di uscire con l’attrezzatura e dire: “dove vado? Cosa voglio fotografare?” Questo atteggiamento ci farà perdere tempo e ci farà scattare più fotografie di quelle necessarie.

Pensando e organizzando un progetto fotografico invece ci permetterà di mantenere la concentrazione su quello che veramente vorremmo raccontare. Personalmente ho un taccuino nello zaino dell’attrezzatura fotografica, dove appunto quello che ho in mente di scattare e cosa vorrei raccontare. Butto giù alcune idee e immagino già la fotografia.

Quando aggiungo delle foto a un progetto che sto portando avanti, mi segno il numero di foto già scattate e una breve descrizione. Mi aiuta a non scattare fotografie “mono tono”, cioè fotografie che, anche se raccontano qualcosa, le sto ripetendo all’infinito annoiandomi.

Scegli il soggetto e studia la storia

Cosa si vuole raccontare sembra il passo più facile, e in realtà potrebbe esserlo, il problema è come. Si può raccontare tutto, basta metterci passione e essere preparati. Studiare prima di fotografare non è una pazzia.

Mettiamo caso di voler raccontare il cibo, quello che mangiamo, quello che sprechiamo, come ci approcciamo al cibo. Non è una cosa facile, non è un progetto semplice da realizzare se prima non si studia e si capisce cosa si vuole raccontare.

Foto di Francesco Olivieri per il suo progetto fotografico dal titolo “Little Big World” sul rapporto che l’uomo ha con il cibo.

Appassionarsi prima di scattare è un modo per trarre ispirazione per realizzare un progetto fotografico, se non unico, almeno originale. Scattare fotografie senza appassionarsi è pericoloso, si rischia di non riuscire a portare a termine quello che si era pensato. Dopo aver studiato, scrivere una descrizione del progetto fotografico, sarà anche utile se si dovesse usare il progetto per una mostra o un libro fotografico.

Come fotografarlo?

Dopo aver studiato è fondamentale pensare a come fotografare il progetto. Questo deve avere un doppio filo conduttore; il soggetto e la modalità di scatto. Inserire nello stesso progetto fotografico, fotografie in bianco e nero e fotografie a colori, non è consigliabile.

Quello che vorremmo raccontare non dovrebbe essere spezzettato da diversi modi, formati e stili. Il tutto deve scorrere sotto gli occhi delle persone come la stesura di un romanzo. Il progetto fotografico deve avere un inizio, uno svolgimento e una fine senza il minimo intoppo.

La coerenza ripaga

Scattare regolarmente e in tempi ravvicinati, se il progetto lo permette, è un buon metodo per portare a casa degli ottimi risultati. Iniziare un progetto fotografico è semplice, stancarsi e perdere l’entusiasmo lo è ancora di più.

Essere coerenti e avere una buona costanza, permette di vedere il lavoro andare avanti senza  perdere le idee ed essere concentrati. Un lavoro regolare produce il maggior impatto complessivo.

Esci dalla zona di comfort

Sembrerà strano ma allontanarsi da quello che si è capaci di scattare è un vantaggio. Se vuoi fare qualcosa di nuovo, qualcosa di unico, devi allontanarti dalla sicurezza di quello che hai sempre fatto e andare verso cose nuove. Restare nella zona di comfort ti permetterà di scattare foto bellissime che saranno uguali a quelle scattate ieri e l’altro ieri ancora. Se ti piace fotografare con le lunghe esposizioni, prova a giocare con la macro fotografia. I risultati saranno sorprendenti.

Lascia spazio all’imprevisto

Ho appena detto che bisogna programmare per ottenere un ottimo progetto fotografico, ma lasciare spazio agli imprevisti o alla casualità è sempre un bene. Qualche volta mi è capitato di pensare a un progetto, studiarlo e appuntarmelo e poi modificarlo in corsa.

Essere aperti al cambiamento permette di avere un’idea e poi cambiarla o migliorarla mentre si sta scattando.

Fatti mille domande

Poniti delle domande e datti delle risposte. Cosa speri di ottenere con questo progetto? Cosa ti aspetti? Vuoi pubblicarlo sui social? Vuoi stamparlo o realizzare un libro o una mostra?

E per ultimo non dimenticare una domanda importantissima: da quante foto sarà composto il progetto fotografico?

Realizzare un progetto fotografico non è proprio una passeggiata, ma pensarlo bene prima di iniziare a scattare non ti farà perdere tempo e tutto il tempo lo potrai dedicare alla nostra più grande passione. Scattare foto.