Come fotografare i bambini

Come fotografare i bambini

Sharing is caring!

Posso iniziare dicendo che non voglio insegnare a nessuno come si fotografa e soprattutto come si fotografano i bambini, ma quando vedo genitori che fotografano i loro figli dall’alto o che li forzano a sorridere, mi sale un nervoso, ma un nervoso che non potete immaginare.

Tralasciando gli aspetti tecnici, ecco alcuni semplici consigli su come fotografare i bambini.

Fateli abituare alla macchina fotografica

Dovete essere onesti; quanti di voi si sentono a proprio agio davanti alla macchina fotografica? Il consiglio è quello di non forzare subito la mano, si rischia di ottenere delle pose innaturali. Bisogna essere pazienti e cercare di farli abituare a questa nuova esperienza.

Dategli in mano una macchinetta fotografica e spiegategli come funziona. Questo li metterà a proprio agio quando si troveranno dall’altra parte dell’obiettivo.

Lasciate da parte tutta l’attrezzatura superflua e concentratevi solamente sul soggetto senza trasmettere ansia. Tutto quel materiale fotografico potrebbe mettere in soggezione il bambino. Siate socievoli e allegri.

Concentratevi sugli occhi

Mettete a fuoco direttamente gli occhi e se il bambino non è di fronte a voi, mettete a fuoco l’occhio che vi è più vicino.

Gli occhi devono essere sempre a fuoco e nitidi. Gli occhi in genere attirano lo sguardo di chi guarda una foto rendendola subito più interessante.

Per ottenere un effetto brillante degli occhi, cercate di far cadere sul viso una luce che non sia troppo fastidiosa e che non li costringa a strizzare o chiudere gli occhi.

Mettetevi al loro livello

Questa è la cosa che mi irrita di più. Fotografare un bambino dall’alto significa schiacciarlo a terra. Verrà fuori un nano con la testa da gigante.

Ricollegandomi al suggerimento sopra, nelle foto devono risaltare gli occhi, ma se fotografate dalla vostra altezza, senza abbassarvi, gli occhi non li vedrete mai.

Per scattare fotografie ai bambini, bisogna inginocchiarsi o addirittura sdraiarsi sul pavimento per essere alla loro stessa altezza. I nostri occhi dovranno coincidere con i loro.

Potete anche giocare con le dimensioni. Se, come già detto, fotografate dall’alto verso il basso, il bambino risulterà molto più basso che nella realtà, mentre se lo fotografate dal basso verso l’alto, questo sembrerà molto più alto e slanciato.

Se state fotografando più bambini insieme di diverse altezze, ponetevi alla stessa altezza di quello più alto cercando un’inquadratura che prenda tutti i bambini. Se fate il contrario, dovrete far abbassare i più alti facendogli prendere delle pose innaturali e goffe.

Scattare senza farvi scoprire

Le pose naturali sono sempre quelle più belle. Fotografare i bambini senza farvi scoprire, vi permetterà di avere delle fotografie naturali, senza sorrisi forzati o facce imbalsamate.

Per fare questo, attivate il display della macchina fotografica con la modalità Live View e portate la macchina all’altezza del vostro torace.

Non si accorgeranno che state scattando fotografie e le pose risulteranno molto più naturali e gli occhi “sinceri”.

Basta dire cheese!

Non forzate il bambino a dire cheese. Non serve e non funziona. Una fotografia in posa è bella quando il soggetto è tranquillo davanti alla macchina fotografica.

Se il bambino è teso, forzarlo a ridere si otterrà solamente l’effetto contrario.

Cogliete l’attimo, le fotografie non devono essere per forza tutte sorridenti, mostrare tutti sentimenti dei bambini è qualcosa di stupendo.

Fateli parlare

Non dovrebbe essere troppo difficile. Il complicato sarà poi farli smettere. 😂

Scherzi a parte, questo consiglio vale anche per gli adulti, ma vale il doppio per quanto riguarda quando fotografate i bambini.

Fate una domanda sui loro cartoni animati o giochi preferiti. Prima di porre le domande documentatevi, saranno anche bambini ma sono pignoli e precisini.

Se durante il vostro interloquire non saprete rispondere ad un’eventuale domanda, sarà la vostra fine. Da quel momento in poi sarete voi sotto pressione.

Parlare aiuterà anche a farli sorridere ma spontaneamente senza alcun cenno di forzatura.

Giocate con la prospettiva

L’ho detto prima e lo ribadisco ancora. Fotografare i bambini dall’alto è orribile, ma è orribile quando lo si fa senza un criterio.

Rompere le regole fotografiche che si apprendono, per esempio, durante un corso di fotografia, permette anche di ottenere scatti originali.

Fotografare i bambini dall’alto si può. Provate a riprenderli dall’alto mentre sono sdraiati a terra a giocare o magari mentre dormono.

Provate a mettervi perpendicolari a loro per ottenere un’inquadratura originale.

Avvicinatevi

Questo suggerimento si applica a tutti i tipi di fotografia. Robert Capa diceva “Se le vostre foto non sono abbastanza buone, non siete abbastanza vicino.

Quando si fotografano i bambini invece di usare lo zoom dell’obiettivo, usate lo zoom dei piedi, avvicinatevi al bambino per uno scatto davvero coinvolgente.

Avvicinarsi al bambino da fotografare permette di vedere come cambia l’inquadratura, quindi non restate fermi, spostatevi per ottenere uno scatto originale di cui poi andrete fieri.

Fotografare i bambini non è assolutamente facile, ma con calma, l’astuzia e anche molta fantasia otterrete degli scatti non banali da mostrare con orgoglio.