I fuochi

FuochiDurante l’anno le occasioni per fotografare i fuochi d’artificio non sono molte è quindi indispensabile essere sempre pronti.
Ricordate di ambientare i vostri scatti per rendere più interessanti le vostre foto, sperimentate varie soluzioni tecniche per rendere al meglio la vostra idea.
E’ sempre indispensabile l’uso del cavalletto con un sistema di scatto remoto per rendere le immagini più nitide.
Scegliere con molta attenzione il luogo di ripresa per i vostri scatti, cercate di includere qualche elemento nella vostra immagine per renderla più interessante. Ricordate di disattivare tutti gli automatismi della fotocamera.

Obiettivopaese in festa - anno 2015
La vostra scelta dipenderà innanzitutto dalla distanza tra voi e il luogo presento per lo spettacolo pirotecnico.
Un grandangolare 16-24mm è indispensabile se vogliamo esaltare il panorama. Una media lunghezza 35-70mm se vogliamo invece concentrare l’immagine sui soggetti principali. Un medio tele 105-200mm se invece abbiamo deciso di isolare il nostro soggetto.

Esposizione
In queste situazioni, molto particolari, è difficile indicare con assoluta precisione dove calcolare l’esposizione corretta. L’intensità delle luci in gioco sono molto variabili le condizioni sono difficilmente ripetibili quindi consiglio di non focalizzare l’astensione su questo paramento.

Tempi
Provare a scattare i le prime foto con tempi compresi fra 4 e 15 secondi. Dopo ogni scatto verificate l’esposizione, se la l’immagine è troppo chiara chiudete un po il diaframma se è troppo scura apritelo.
La scelta del tempo è anche in fuzione del risultato che volete ottenere tempi più brevi (4sec) “congeleranno” la vostra immagine limitando le scie luminose, mentre tempi più lunghi (15sec) aumenteranno l’effetto scia nella vostra immagine.

Fuochi 1

Iso
Sicuramente ISO 100 per rendere al massimo nitida la vostra immagine.

Diaframma
Il diaframma, sufficientemente chiuso, dovrà essere compreso tra f8 e f11. Diaframmi troppo chiusi comporterebbero immagini morbide e poco definite a causa della diffrazione. Diaframmi troppo aperti vi obbligherebbero a tempi di esposizione eccessivamente brevi che limiterebbero la registrazione della sia luminosa.

Inoltre
Impostate la messa a fuoco manuale “infinito meno qualcosa”. Cercate di anticipare (ad intuito) il fuoco d’artificio, scattando poco prima della partenza del razzo, in modo da “registrare” sull’immagine anche la cosiddetta “scia di salita”. Non includere troppi fuochi nella stessa immagine per non rendetela confusa.

Inviateci il vostri scatti migliori !!!

Se questa pagina ti è piaciuta aggiungi un commento qui sotto, con un piccolo gesto ci permetterai di aumentare la nostra visibilità. Grazie

9 Gennaio 2016