COME OTTENERE L’EFFETTO BOKEH

Che cos’è?

Bokeh è una parola che deriva dalla lingua giapponese e significa “Sfocatura” o “Confusione mentale”. Nella fotografia è un termine utilizzato per qualità della sfocatura di un obiettivo.

Questa tecnica fotografica, è utilizzata per mantenere a fuoco esclusivamente il soggetto che ci interessa, per metterlo in risalto e “staccarlo” dal resto del fotogramma, sfocando quanto più possibile tutto il resto, fino a renderlo indistinguibile.

A cosa serve?

  1. Isolare un soggetto dallo sfondo
  2. Nascondere e rendere “illeggibile” uno sfondo poco bello e/o interessante
  3. Guidare l’occhio di chi guarda il fotogramma verso il punto di maggior interesse.
  4. Aggiungere un tocco artistico alla foto.

Come si realizza?

Realizzare un bokeh, non è particolarmente difficile ma bisogna tenere in considerazioni diversi fattori, che ne causeranno la buona riuscita o meno.

  1. Massima apertura. più l’apertura è ampia (quindi f piccoli), più sarà evidente la differenza di messa a fuoco tra il soggetto e lo sfondo.
  2. Massimo zoom. Lo zoom non fa altro che evidenziare la differenza di messa a fuoco tra soggetto e sfondo. Con un obiettivo 70-200 alla massima lunghezza focale e massima apertura del diaframma si otterrà un ottimo bokeh.
  3. Posizionare il soggetto da fotografare, in modo che la distanza tra quest’ultimo e lo sfondo sia più grande possibile. Oggetti lontani verranno maggiormente sfocati, e quindi si otterrà un bokeh più “marcato”.
  4. Posizionare il soggetto a una breve distanza dalla fotocamera
  5. Metti a fuoco il soggetto in primo piano (nel caso di un ritratto, mettere a fuoco gli occhi)
  6. Se possibile, cerca uno sfondo il più possibile omogeneo e compatto.

Inviateci i vostri scatti migliori!!!

Se questo articolo ti è piaciuto aggiungi una recenzione sulla nostra pagina Facebook : https://www.facebook.com/Associazioneilcrogiolo/reviews

Con un piccolo gesto ci permetterai di aumentare la nostra visibilità. Grazie.