Foto e legge sulla privacy

ATTENZIONE ! le immagini, non possono essere esposte o messe in commercio, quando ciò possa recare pregiudizio all’onore, alla reputazione od anche al decoro della persona interessata.

privacytwitter-anteprima-400x265-430156

Anche se oggi è diventato estremamente facile girare filmati o scattare foto e metterli subito in rete, non bisogna dimenticare che esistono norme che pongono limiti, soprattutto in materia di diritto alla riservatezza. Dunque, cosa si può fare e cosa invece è vietato dall’attuale legge sulla privacy?

Diritto alla privacy: ecco cos’è

Per diritto alla privacy si intende il limite all’utilizzo di dati che riguardano altre persone; anche le immagini di un video diventano “dati personali” ogni volta che ci forniscono informazioni su qualcuno (persino indirettamente).

Può essere lesivo della privacy non solo dare visibilità ai volti delle persone, ma anche riprendere l’interno di un’abitazione e situazioni famigliari altrui, oppure opere d’arte firmate dagli autori, ad esclusione di quelle pubbliche esposte nei musei.

Molti avranno avuto il desiderio di mettere i propri video su Youtube o sul proprio blog. Anche se si tratta di siti amatoriali, le persone ritratte nei video che volete pubblicare devono darvi sempre il loro consenso.

Un ritratto, una fotografia, un video di una persona non possono essere esposti, riprodotti o messi in commercio senza il consenso dell’interessato, a meno che la riproduzione dell’immagine non sia giustificata dalla notorietà (attori, politici, cantanti), da necessità di giustizia o di polizia, didattici o culturali, o quando la riproduzione é collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico (Legge n° 633 del 22 aprile 1941).

In tutti gli altri casi, e cioè quando fotografie o video vengono utilizzati per essere pubblicati in concorsi, mostre, pubblicazioni, brochure, locandine, televisione o su Internet, è necessario che il fotografo o il video-operatore si faccia rilasciare una liberatoria fotografica (in duplice copia), ossia una dichiarazione scritta con la quale il soggetto ritratto o ripreso autorizza la diffusione della propria immagine.

abg0004_1“Tutto il mondo è paese”, in questo caso non è proprio cosi, prima di partire per un paese straniero è bene informasi sulle leggi e gli usi che regolano le riprese video e di immagini. Esistono paesi dove non ci sono limitazioni sia di ripresa che di pubblicazione altri dove non è neanche possibile possedere una fotocamera. Quindi è buona norma essere cauti e ben informati.

Se questa pagina ti è piaciuta aggiungi un commento qui sotto, con un piccolo gesto ci permetterai di aumentare la nostra visibilità. Grazie

11 Febbraio 2016